Indice di recerca: Famiglia e minori - Minori

Sono state trovate 364 decisioni - Pagina 22 di 37

5/4/2011 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
La Repubblica Ellenica è tenuta a corrispondere la somma di 15.000 euro a titolo di ristoro dei danni morali subiti dal cittadino afgano minorenne giunto illegalmente in Grecia dopo la morte dei genitori, arrestato ed intimato a lasciare il territorio nazionale. La Grecia ha violato gli artt. 3, 13, 5 paragrafi 1 e 4, della CEDU per non aver tenuto in considerazione lo status di minorenne del ricorrente in occasione del suo arresto, della sua detenzione assieme a detenuti adulti e successivamente al suo rilascio. Corte europea dei diritti dell’uomo, sez. I, sentenza del 5 aprile 2011. R. ...
Corte europea dei diritti dell’uomo, sez. I, sentenza del 5 aprile 2011

11/3/2011 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego della conversione del permesso di soggiorno per minore età in permesso per lavoro subordinato, motivato con riferimento al mancato svolgimento, da parte del ricorrente, affidato in minore età al comune di Gorizia, di un programma di integrazione sociale almeno biennale. Le modifiche apportate dalla l. n. 94/2009 all’art. 32 TULI, in base alle quali è consentita la conversione del permesso di soggiorno, dopo la maggiore età, a condizione della partecipazione ad un progetto almeno biennale, si applicano ai minori affidati dopo la sua entrata in vi...
Tar Friuli Venezia Giulia, Sez. I, Sent. n. 150 del 11 marzo 2011

18/2/2011 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È manifestamente inammissibile per difetto di rilevanza la questione di legittimità costituzionale dell’art. 13, comma 3, del D.Lgs. 286/98, nella parte in cui non prevede che, prima di eseguire l’espulsione, l’autorità procedente debba chiedere il nulla osta al Tribunale per i minorenni quando destinatario del provvedimento espulsivo sia il genitore di un minore nei confronti del quale il Tribunale ha emesso provvedimento limitativo della potestà genitoriale ai sensi degli artt. 330 e 333 del codice civile. La questione non è rilevante poiché il Tribunale remittente, chiamato a ve...
Corte Costituzionale, Ordinanza n. 59 del 18 febbraio 2011

11/2/2011 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento che ha negato al cittadino straniero la conversione del permesso di soggiorno per minore età in permesso per motivi di lavoro, motivato con riferimento alla mancata frequentazione di un progetto biennale di integrazione sociale e civile. Al ricorrente deve applicarsi la versione dell’art. 32 del D.Lgs. 286/98 antecedente alle modifiche apportate dalla l. 94/2009, poiché lo stesso è diventato maggiorenne in un periodo antecedente due anni dalla entrata in vigore della legge. Tar Lazio, Sez. II quater, Sent. n. 1362 del 11 febbraio 2011, Pres. Scafuri, Rel. T...
Tar Lazio, Sez. II quater, Sent. n. 1362 del 11 febbraio 2011

10/2/2011 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È rilevante e non manifestamente infondata, per contrasto con gli artt. 3, 10, comma 1, e 117, comma 1, della Costituzione, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 32, commi 1 e 1 bis, del D.Lgs. 286/98, così come modificati dalla legge 94/2009, nella parte in cui annoverano tra i minori stranieri «non accompagnati» coloro che sono stati affidati ai sensi dell'articolo 2 della legge 4 maggio 1983, n. 184, ovvero che sono stati sottoposti a tutela e, conseguentemente, subordinano la possibilità per i medesimi di ottenere, al raggiungimento della maggiore età, la conversion...
Tar Piemonte, Ordinanza n. 78 del 10 febbraio 2011

3/2/2011 - Italiana - Civile - Cassazione
È cassato il decreto che ha negato allo straniero di rimanere sul territorio nazionale, ex art. 31, comma 3, del D.Lgs. 286/98, ed emesso senza valutare il grave pregiudizio che al figlio minore sarebbe derivato dall’allontanamento del padre, in ragione della tenera età del figlio e della consistenza del legame genitoriale tra loro creatosi. Corte di Cassazione, Sez. I Civile, Sent. n. 2647 del 3 febbraio 2011. Sul ricorso proposto da XXX elettivamente domiciliato in Roma, (…) presso l’avv. (…), dal quale è rappresentato e difeso per procura speciale a margine del ricorso unitamente...
Corte di Cassazione, Sez. I Civile, Sent. n. 2647 del 3 febbraio 2011

31/1/2011 - Italiana - Civile - Merito
La straniera irregolare destinataria di un provvedimento di allontanamento e madre di due minori frequentanti le scuole italiane, è autorizzata a restare in Italia per il tempo necessario a consentire al Tribunale per i minorenni di verificare se il suo allontanamento dal territorio nazionale possa pregiudicare lo sviluppo psico-fisico dei minori. Tribunale per i Minorenni di Venezia, Decreto del 31 gennaio 2011, Pres. Marino, Rel. Ventura. Letto il ricorso presentato il 18/11/10 ai sensi dell'art. 31 TU immigrazione dalla sig.ra XXX nell'interesse dei figli minori (...) e (...); rilevato che...
Tribunale per i Minorenni di Venezia, Decreto del 31 gennaio 2011

27/1/2011 - Italiana - Civile - Merito
È accolto il reclamo avverso il decreto di diniego dell’autorizzazione ad entrare in Italia ex art. 31 del d.lgs. 286/98, opposto alla cittadina straniera, allontanatasi dal territorio nazionale per tornare nel suo paese di origine, lasciando la figlia minore in Italia. La ricorrente ha giustificato il suo rientro in patria con la necessità di dare seguito alla procedura già avviata per ottenere il visto di ingresso in Italia per lavoro subordinato, né la richiesta di ingresso ex art. 31 citato può considerarsi strumentale, dal momento che la ricorrente ha diritto a costituirsi nel proc...
Corte di Appello di Venezia, Sez. Civile, Decreto del 27 gennaio 2011

16/12/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il provvedimento che ha negato il rilascio del permesso di soggiorno allo straniero entrato in Italia minorenne, ma in assenza dei requisiti di cui all’art. 32 del D.Lgs. 286/98, ossia la permanenza in Italia da almeno tre anni precedenti la maggiore età e la frequenza di un progetto di formazione almeno biennale. In tale evenienza, il provvedimento di rigetto assume carattere vincolante per la P.A., senza possibilità di prendere in considerazione, ai sensi dell’art. 5, comma 5, del D.Lgs. citato, la circostanza che l’interessato abbia reperito un’attività lavorativa. T...
Tar Campania, Sez. VI, Sent. n. 27535 del 16 dicembre 2010

13/12/2010 - Italiana - Civile - Merito
È autorizzata la permanenza sul territorio nazionale, ex art. 31 del D.Lgs. 286/98, dei genitori extracomunitari dei minori nati e cresciuti in Italia, fino al completamento del ciclo della scuola elementare, con possibilità di proroga in caso di sussistenza di gravi motivi connessi con lo sviluppo psico-fisico dei minori. Tali gravi motivi non devono essere necessariamente connessi allo stato di salute dei minori, ma possono anche attenere alle esigenze relazionali degli stessi, nel caso in cui, come quello di specie, essi siano nati e cresciuti in Italia e non siano mai stati nel loro paes...
Corte di Appello di Bari, Ordinanza del 13 dicembre 2010