Indice di recerca: Reati e processo penale - Reati previsti dal testo unico sull'immigrazione

Sono state trovate 508 decisioni - Pagina 1 di 51

28/4/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
La causa di esclusione dallo status di rifugiato di cui all’art. 12, lett. c), d.lgs. n. 251/2007 richiede la formulazione in concreto del giudizio di pericolosità sociale, sulla base di una valutazione individuale, caso per caso, tenendo conto della personalità e dei modi e abitudini di vita dello straniero. Tale giudizio non può essere esaurito dall’esistenza, nei confronti della persona interessata, del precedente penale per uno dei reati di cui all’art. 407, co. 2, lett. a), c.p.p., che si pone come elemento sintomatico, atteso che una diversa conclusione interpretativa, oltre a s...
Corte di cassazione, sez. I civile, 28 aprile 2022, n. 13271

10/3/2022 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 12, co. 3, lettera d), del d.lgs. n. 286/1998 limitatamente alle parole «o utilizzando servizi internazionali di trasporto ovvero documenti contraffatti o alterati o comunque illegalmente ottenuti». La parificazione a fini sanzionatori di tali condotte alle numerose altre coerenti con la tipologia criminosa del traffico internazionale di migranti costituisce una scelta legislativa manifestamente irragionevole, atteso che né l’una né l’altra, ove compiute senza scopo di lucro, sono plausibilmente indicative del coinvolgimento d...
Corte costituzionale, 10 marzo 2022, n. 63

14/2/2022 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È sollevata questione di legittimità costituzione dell'art. 14, co. 1-bis, TUI nella parte in cui prevede che «il contravventore anche solo ad una delle predette misure è punito con la multa da 3.000 a 18.000 euro», atteso che la sanzione prevista nel massimo edittale è più alta della violazione ben più grave di cui all'art. 14, co. 5-ter, oltre a configurarsi come delitto pur inerendo, comunque, la violazione di un ordine di autorità come l'art. 650 cp, il quale invece configura una contravvenzione, con conseguente l'impossibilità per l'imputato di accedere a riti alternativi al fin...
Giudice di pace di Livorno, 14 febbraio 2022, n. 41

18/1/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
Il cittadino straniero sorpreso sul territorio nazionale privo del permesso di soggiorno assume la qualità di persona indiziata del reato di cui all’art. 10-bis TUI, la quale è incompatibile con ingiunzioni passibili di ulteriore sanzione penale, con la conseguenza che tale condotta non integra la contravvenzione prevista dall'art. 650 cod. pen. di inottemperanza all'ordine di presentarsi alla polizia giudiziaria per essere compiutamente identificato ovvero per regolarizzare la propria posizione di immigrato clandestino e la condanna a tale reato va annullata perché il fatto non sussiste....
Corte di cassazione, sez. I penale, 18 gennaio 2022, n. 2041

12/1/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
A seguito delle modifiche introdotte nel 2011, la contravvenzione di cui all’art. 10-bis TUI (ingresso e permanenza illegale nel territorio dello Stato) deve ritenersi conforme al diritto dell’Unione europea, atteso che il legislatore italiano ha sostituito alle pene detentive originariamente previste – e giudicate incompatibili con gli obiettivi della c.d. direttiva rimpatri – con pene pecuniarie. Inoltre, il diritto UE non osta a che l’ammenda sia sostituita dalla misura dell’espulsione, ove a) emerga, a seguito di un accertamento personale e individuale, il rischio di fuga dell...
Corte di cassazione, sez. I penale, 12 gennaio 2022, n. 526

15/7/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
La previsione di cui al sesto comma dell’art. 10 bis TUI la quale, in materia di ingresso e trattenimento illegale (art. 10 bis, co. 1, TUI), dispone che il procedimento sia “sospeso” in caso di “presentazione di una domanda di protezione internazionale” è frutto di imprecisione linguistica: non si tratta di una anomala causa di sospensione del procedimento penale, non essendoci alcuna pregiudizialità tra il procedimento amministrativo per il riconoscimento della protezione e la sussistenza del reato di ingresso illegale. La mancata presentazione della domanda di protezione si conf...
Corte di cassazione, sez. I penale, 15 luglio 2021, n. 27353

22/6/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
È annullata con rinvio la sentenza di condanna per inottemperanza dell’ordine di lasciare il territorio nazionale ex art. 14, co. 5 quater, TUI, pronunciata a carico dell’individuo nato e cresciuto in Italia che non abbia conseguito la cittadinanza italiana né, pur essendosi in tal senso attivato, quella del Paese di provenienza della madre (Serbia) e del padre (Kosovo), senza che siano state condotte adeguate verifiche in ordine alla sua possibile condizione di apolidia atteso che, in caso di esito positivo di tali verifiche, occorre considerare che all’interessato si estende la tutel...
Corte di cassazione, sez. I penale, 22 giugno 2021, n. 24407

3/6/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
La concessione del permesso di soggiorno successiva all’ordine di espulsione ma fondata su circostanze preesistenti equivale a un disconoscimento delle condizioni vincolanti per l’adozione del provvedimento espulsivo che priva di valenza offensiva l’inosservanza dello stesso ordine. Ne segue che non è punibile per essersi trattenuta sul territorio nazionale in violazione dell’ordine di espulsione (art. 14, co. 5-ter, TUI) la straniera che, successivamente a tale provvedimento, è stata autorizzata a permanere in Italia per due anni nell’interesse della figlia minore.[Nella fattispec...
Corte di cassazione, sez. I penale, 3 giugno 2021, n. 21851

13/4/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
In materia di ingresso e soggiorno illegale dello straniero nel territorio dello Stato (art. 10 bis, TUI), è cassata con rinvio la decisione del giudice di pace che non valuta, nemmeno implicitamente, la richiesta di improcedibilità per particolare tenuità del fatto (art. 34, d.lgs. n. 274/2000) proposta dalla difesa, limitandosi a un generico riferimento ai precedenti di polizia dello straniero senza specificarne gli esiti e a dare atto degli elementi costitutivi del reato nonché del successivo ottenimento, da parte dell’imputato, del permesso di soggiorno, circostanza quest’ultima ch...
Corte di cassazione, sez. I penale, 13 aprile 2021, n. 13766

9/2/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
La condotta di reingresso nel territorio dello Stato non autorizzato dalle Autorità (art. 13, co. 13, TUI) non è scriminata dal fatto che l’agente, cittadino extra-UE, è padre di minori cittadini italiani residenti in Italia (con cui era già cessata la convivenza al momento dell’espulsione). Esclusa ogni contrapposizione tra la disciplina del d.lgs. n. 30/2007 e quella del TUI, l’eventuale diritto al reingresso dopo l’allontanamento dal territorio dello Stato deve infatti essere esercitato mediante la richiesta di revoca del provvedimento e, quindi, di autorizzazione al rientro. È...
Corte di cassazione, sez. I penale, 9 febbraio 2021, n. 5062