< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Permesso di soggiorno”

Sono state trovate 1701 decisioni - pagina Pagina 9 di 171

30/4/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
È annullato per difetto di motivazione e istruttoria il provvedimento che, senza instaurare il contradditorio procedimentale considerando incerta la situazione alloggiativa dell’interessato, nega il rinnovo del titolo di soggiorno allo straniero che ha tempestivamente avviato la pratica di iscrizione anagrafica presso un diverso indirizzo dello stesso Comune (sui cui ricade l’onere comunicatorio ex art. 6, co. 7, d.lgs. 286/98) e si è effettivamente trasferito nella nuova abitazione prima dell’adozione del provvedimento. TAR Campania, sez. VI, 30 aprile 2021, n. 2859 (n. 384) Il Tribun...
TAR Campania, sez. VI, 30 aprile 2021, n. 2859

28/4/2021 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Va proposta al giudice ordinario la doglianza relativa al mancato esame, da parte della questura, della possibilità di rinnovare il permesso per motivi umanitari, in sede di diniego di conversione di tale titolo in permesso per motivi di lavoro. [Nella fattispecie, in cui il diniego di conversione si fondava sull’esistenza di precedenti in materia di stupefacenti, il ricorso è rigettato quanto ai rilievi in ordine al meccanismo presuntivo di ostatività delle condanne, mentre sono fatte salve le questioni sul permesso per motivi umanitari rientranti nella giurisdizione del GO] Consiglio di...
Consiglio di Stato, sez. III, 28 aprile 2021, n. 3417

20/4/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
Va annullato il provvedimento che nega il rilascio del permesso per attesa occupazione adottato all’esito di riesame ex art. 5, co. 5, TUI, senza il coinvolgimento dell’interessato, dopo che il giudice amministrativo aveva disposto con ordinanza cautelare il rinnovo del predetto titolo senza lasciare margine per ulteriori valutazioni. Tale provvedimento è anzitutto nullo per violazione dell’art. 21 septies l. 241/1990, in quanto adottato in contrasto con il giudicato cautelare. Ulteriore motivo di annullamento deriva dalla violazione delle garanzie partecipative dello straniero, che han...
TAR Puglia, sez. III, 20 aprile 2021, n. 688

19/4/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
È annullato per difetto di istruttoria il provvedimento che nega il rinnovo del permesso di soggiorno per ineffettività del requisito alloggiativo basandosi sull’irreperibilità dell’interessato presso il domicilio dichiarato nel caso in cui tale irreperibilità può essere spiegata in ragione del particolare impiego dello straniero che, come bracciante, deve spostarsi stagionalmente, anche con contratti di breve durata, presso le aziende agricole che ne richiedono la manodopera. In tali circostanze, il requisito inerente all’alloggio non può essere valutato rigidamente e devono invec...
TAR Toscana, sez. II, 19 aprile 2021, n. 534

8/4/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
È concessa la tutela cautelare sul provvedimento che nega la conversione del titolo di soggiorno per motivi umanitari in permesso per lavoro subordinato adottato in ragione della pericolosità sociale dell’interessato ma senza attribuire rilevanza al legame derivante dalla convivenza more uxorio con la propria compagna. Il quadro normativo (artt. 5, co. 5 e 29, co. 1, TUI) infatti, pare realizzare una discriminazione che solleva dubbi di costituzionalità (artt. 2 e 3 Cost.) - da approfondirsi in sede di merito in contraddittorio tra le parti - così da consentire la sospensione in via caut...
TAR Puglia, sez. III, 8 aprile 2021, n. 128

2/4/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
In base al principio di diritto per il quale la PA è vincolata a negare il rilascio del permesso di soggiorno se lo straniero è destinatario di un ordine di espulsione ancora efficace e non revocato, qualora il provvedimento di revoca del permesso di soggiorno si fondi su una sentenza di condanna passata in giudicato che ha irrogato la sanzione sostitutiva dell’espulsione (art. 16 TUI), la legittimità del provvedimento amministrativo non è incisa dal fatto che l’interessato non sia stato preavvisato del procedimento di revoca in atto, in quanto l’Amministrazione non avrebbe potuto de...
TAR Lazio, sez. I ter, 2 aprile 2021, n. 3989

25/3/2021 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Ai fini della conversione del titolo da permesso per minore età a quello per motivi di lavoro nel caso di minore straniero non accompagnato sottoposto a tutela, il parere di cui all’art. 32-bis TUI non ha natura vincolante, spettando all’Amministrazione dell’interno il potere decisorio in materia. Tuttavia, il carattere non vincolante del parere non impone necessariamente alla PA lo svolgimento di un supplemento istruttorio, che però diventa obbligatorio in presenza di elementi di prova positivi e idonei portati al procedimento dall’interessato. Ne segue che, se il giudizio negativo ...
Consiglio di Stato, sez. III, 25 marzo 2021, n. 2525

22/3/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
La causa del contratto di lavoro e la prestazione restano lecite anche quando il datore di lavoro non versa i contributi per il lavoratore all’INPS. Ne segue che il reddito percepito in nero è un reddito da fonte lecita e, pertanto, lo straniero può dimostrarne il possesso con vari strumenti di prova ai fini del rinnovo del titolo di soggiorno per motivi di lavoro subordinato. È pertanto illegittimo il diniego di rinnovo del permesso di soggiorno fondato sulla tesi dell’illiceità del reddito che deriva dal rapporto di lavoro in relazione al quale sia stato omesso il versamento dei cont...
TAR Toscana, sez. II, 22 marzo 2021, n. 413

19/3/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
Il provvedimento di espulsione adottato prima della concessione del permesso di soggiorno vale di per sé a negare il rinnovo del permesso ma non invece a fondare la revoca del titolo (artt. 21 octies e 21 nonies l. n. 241/1990), che postula, anche in caso di attività vincolata, la comparazione tra il legittimo affidamento del privato e l’interesse pubblico concreto, attuale e diverso dal mero ripristino della legalità violata. TAR Lombardia, sez. III, 19 marzo 2021, n. 710 (n. 381) Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia(Sezione Terza) ha pronunciato la presente SENTENZA s...
TAR Lombardia, sez. III, 19 marzo 2021, n. 710

12/3/2021 - Italiana - Civile - Merito
L’agenzia viaggi ha il dovere di fornire informazioni di carattere generale sulle condizioni relative a passaporto, visti e documenti necessari per recarsi nel Paese di destinazione diverso dall’Italia (art. 34, lett. f, Codice del Turismo), ma è onere dello straniero accertarsi di possedere un titolo di soggiorno valido che gli consenta di rientrare regolarmente nel territorio italiano. Ne segue che non viene meno ai propri obblighi informativi l’agenzia viaggi che non informa né verifica se l’interessato possieda il permesso di soggiorno per il rientro in Italia. Giudice di pace di...
Giudice di pace di Verbania, 12 marzo 2021, n. 70