Indice di recerca: Regolarizzazione/Sanatoria - Regolarizzazione ex legge 102/2009

Sono state trovate 119 decisioni - Pagina 10 di 12

28/12/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di rigetto della domanda di regolarizzazione avanzata a favore dello straniero condannato per il reato di cui all’art. 14, comma 5 ter, del D.Lgs. 286/98. La specialità della fattispecie criminosa citata esclude che la stessa possa rientrare nel novero dei reati di cui agli artt. 380 e 381 del c.p.p., ostativi alla procedura di regolarizzazione. Tar Puglia, Sez. II, Sent. n. 4346 del 28 dicembre 2010, Pres. Urbano, Rel. Serlenga. E.H.Y. – Questura di Bari, Ministero dell’interno. Sul ricorso numero di registro generale 1777 del 2010, proposto da E. H. Y.,...
Tar Puglia, Sez. II, Sent. n. 4346 del 28 dicembre 2010

27/12/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È inammissibile, per carenza di interesse all’impugnazione, il ricorso presentato avverso il parere negativo espresso dalla questura in merito alla domanda di regolarizzazione avanzata a favore del ricorrente ex l. 102/2009. L’art. 1 ter, comma 7, della legge citata non attribuisce infatti valore vincolante al parere questorile, che si configura, quindi, quale atto endoprocedimentale privo di efficacia lesiva. Tar Campania, Sez. VI, Sent. n. 28029 del 27 dicembre 2010, Pres. Conti, Rel. Cestaro. P.N.T. – Ministero dell’interno, Questura di Napoli. Sul ricorso numero di registro genera...
Tar Campania, Sez. VI, Sent. n. 28029 del 27 dicembre 2010

27/12/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego della istanza di regolarizzazione avanzata a favore dello straniero condannato per il reato di cui all’art. 14, comma 5 ter, prima parte, del d.lgs. n. 286/98. La specialità del reato commesso dall’interessato fa sì che esso non rientri nella disciplina di cui agli artt. 380 e 381 c.p., ostativi alla procedura di emersione. Tar Puglia, Sez. II, Sent. n. 4307 del 27 dicembre 2010, Pres. Mangialardi, Rel. Serlenga. H.M. – Ministero dell’interno, Questura di Bari. Nello stesso senso: Consiglio di Stato, Sez. VI, Ordinanza n. 4066 del 2 settembr...
Tar Puglia, Sez. II, Sent. n. 4307 del 27 dicembre 2010

14/12/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È accolta la domanda cautelare di sospensione del provvedimento di rigetto della domanda di emersione, motivata con riferimento alla insufficienza dei redditi posseduti dalla datrice di lavoro. Invero, la datrice di lavoro ha doppia cittadinanza – italiana e tedesca – e quindi devono essere presi in considerazione anche i redditi prodotti in Germania. Tar Sardegna, Sez. II, Ordinanza n. 587 del 14 dicembre 2010, Pres. Panunzio, Rel. Aru. S.N. – Direzione Provinciale del Lavoro di Sassari, Ministero del lavoro e delle politiche sociali. Sul ricorso numero di registro generale 929 del 201...
Tar Sardegna, Sez. II, Ordinanza n. 587 del 14 dicembre 2010

13/12/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di archiviazione della domanda di emersione presentata a favore della ricorrente, motivato con riferimento alla mancata presenza di entrambe le parti alla convocazione in prefettura. Invero, è stato il datore di lavoro, unico destinatario della convocazione, a non essersi presentato, poiché nelle more aveva licenziato la ricorrente. Poiché quest’ultima ha ancora interesse all’accoglimento della domanda di emersione, alla stessa deve essere rilasciato un permesso di soggiorno per attesa occupazione. Tar Lombardia, Sez. IV, Sent. n. 7528 del 13 dicembre 201...
Tar Lombardia, Sez. IV, Sent. n. 7528 del 13 dicembre 2010

25/11/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il decreto di archiviazione della domanda di emersione del lavoratore straniero, emesso a seguito della mancata presentazione delle parti alla convocazione inviata con lettera raccomandata al solo datore di lavoro, senza che il lavoratore ne abbia avuto conoscenza. Dalla lettura della norma di cui all’art. 1 ter del D.L. 78/2009, si evince che il legislatore ha riservato al solo datore di lavoro l’iniziativa del procedimento di emersione e la dichiarazione circa la sussistenza del rapporto di lavoro in questione. Tar Lombardia, Sez. IV, Sent. n. 7364 del 25 novembre 2010, Pres...
Tar Lombardia, Sez. IV, Sent. n. 7364 del 25 novembre 2010

15/11/2010 - Italiana - Civile - Merito
Ha diritto ad ottenere il completamento della procedura di regolarizzazione del suo rapporto di lavoro domestico, ai sensi dell’art. 1 ter l. 102/09, il cittadino straniero il cui datore di lavoro, unico destinatario della lettera di convocazione presso lo Sportello Unico, non abbia informato l’interessato, impedendogli in tal modo di accedere alla procedura di emersione. Tribunale di Bari, Sez. Lavoro, Ordinanza del 15 novembre 2010, Giudice Tarantino. Con ricorso depositato il 20.9.2010 il ricorrente XXX ha adito il Tribunale di Bari, in funzione di giudice del lavoro, per sentir accogli...
Tribunale di Bari, Sez. Lavoro, Ordinanza del 15 novembre 2010

10/11/2010 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È accolta l’istanza cautelare di sospensione del provvedimento di rigetto della dichiarazione di emersione dal lavoro irregolare dello straniero condannato per un reato ostativo alla regolarizzazione. Nelle more del giudizio è infatti intervenuta la riabilitazione del ricorrente e, in ogni caso, alla data del provvedimento adottato era decorso il quinquennio di cui all’art. 445 del c.p.p., cui consegue l’estinzione del reato. Consiglio di Stato, Sez. VI, Ordinanza n. 5134 del 10 novembre 2010, Pres. Coraggio, Rel. Pannone. D.G., J.D. – Prefettura di Lucca, Ministero dell’interno. S...
Consiglio di Stato, Sez. VI, Ordinanza n. 5134 del 10 novembre 2010

28/10/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il provvedimento con il quale è stato annullato il contratto di soggiorno stipulato dalla ricorrente con il proprio datore di lavoro, a motivo della esistenza di una segnalazione di inammissibilità in territorio Schengen emessa dalla Germania. Il provvedimento impugnato è in tal caso vincolato, a prescindere dalla specifica motivazione che ha indotto lo Stato membro ad effettuare la segnalazione ed anche se si tratti di ipotesi di espulsione che in Italia non osta alla regolarizzazione. Tar Lombardia, Sez. IV, Sent. n. 7141 del 28 ottobre 2010, Pres. Leo, Rel. De Vita. M.J.G. ...
Tar Lombardia, Sez. IV, Sent. n. 7141 del 28 ottobre 2010

8/10/2010 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di rigetto della domanda di emersione presentata a favore del cittadino straniero condannato per il reato di cui all’art. 14, comma 5 ter, del D.Lgs. 286/98. La fattispecie criminosa citata non sembra rientrare nell’ambito degli artt. 380 e 381 c.p. dal momento che, diversamente considerando, si vanificherebbe il presupposto della procedura di emersione, ovverosia la presenza irregolare sul territorio nazionale. Il decreto di espulsione dovrebbe essere preclusivo della regolarizzazione solo ove sia stata emesso per motivi di ordine pubblico e sicurezza dello...
Tar Puglia, Sez. II, Ordinanza n. 738 del 8 ottobre 2010