Indice di recerca: Espulsione - D.lgs. 25 luglio 1998, n. 286 e succ. modificazioni: divieti di espulsione

Sono state trovate 180 decisioni - Pagina 15 di 18

15/5/2004 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Non è manifestamente infondata la questione di costituzionalità dell'art.19, comma 2°, del D.Leg.vo n. 286/1998, nella parte in cui non prevede il divieto di espulsione per giovani adulti stranieri, titolari del diritto all'unità familiare, conviventi con parenti regolarmente soggiornati e a loro carico, nonchè dell'art.29,1° comma, lett. b-bis) del decreto legislativo citato (così come modificato dalla legge 30.7.2002, n.189), nella parte in cui, come si è visto, limita la possibilità di ricongiungimento familiare ai soli figli maggiorenni "a carico" in ragione di uno stato di salute...
Tribunale di Genova, ordinanza del 15 maggio 2004

29/4/2004 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia delle CE
Allo stato attuale del diritto comunitario, il diritto dei cittadini di uno Stato membro di circolare e di soggiornare nel territorio di un altro Stato membro non è incondizionato. Il principio della libera circolazione dei lavoratori dell'Unione Europea deve essere interpretato estensivamente, mentre le deroghe a tale principio devono essere, al contrario, interpretate restrittivamente. La sola esistenza di condanne penali non può automaticamente giustificare l'adozione di un provvedimento di espulsione nei confronti del cittadino dell’Unione europea – che vanti il diritto al soggiorno ...
Corte di Giustizia, quinta sezione, sentenza 29 aprile 2004.

25/2/2004 - Italiana - Civile - Cassazione
Il divieto di espulsione di cui all’art. 19, comma primo, del d.lgs. n. 286 del 1998, deve essere interpretato in correlazione con l'art. 20 dello stesso testo unico e pertanto è invocabile solo in presenza di un provvedimento del Governo che dispone le misure di protezione temporanea. Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 3732 del 25 febbraio 2004. Pres. Lo Savio, rel. Vitrone. Ric. Uff. Terr. Gov. Ascoli Piceno , res. Bajramoski. (2/2004) In tema di espulsione dello straniero privo del permesso di soggiorno, l'art. 19, comma primo, D.Lgs. n. 286 del 1998, nella parte in cui stabilisce che in n...
Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 3732 del 25 febbraio 2004

24/2/2004 - Italiana - Civile - Cassazione
Il divieto di espulsione ex art. 19, comma 2, lett. c) del d.lgs. n. 286 del 1998 non è applicabile in favore della straniera convivente more uxorio con cittadino italiano. Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 3622 del 24 febbraio 2004. Pres. Losavio, rel. Vitrone. Ric. Prefettura di Sondrio, res. Cedeno Alcivar Adel Elivia. (2/2004) In tema di espulsione dello straniero, l'art. 19, comma secondo, lett. c), D.Lgs. n. 286 del 1998, nella parte in cui prevede il divieto di espulsione della straniera coniugato con un cittadino italiano, non è applicabile, in via analogica, allo straniero convivente...
Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 3622 del 24 febbraio 2004

20/2/2004 - Italiana - Civile - Cassazione
Nel procedimento di convalida dell’ordine del questore di accompagnamento dell’espulso alla frontiera, la legittimazione a contraddire è del Ministero dell’interno. Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 3381 del 20 febbraio 2004. Pres. De Musis, rel. Macioce. Ric. Agron, res. Min. Interno. (2/2004) Nel procedimento di convalida ex art. 13, comma 5-bis, d.lgs. n. 286 del 1998 del provvedimento del Questore, con il quale è disposto l'accompagnamento alla frontiera dello straniero nei cui confronti è stato emanato decreto di espulsione, la legittimazione esclusiva a contraddire nel giudizio, ...
Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 3381 del 20 febbraio 2004

12/2/2004 - Italiana - Civile - Cassazione
La convivenza con parente straniero regolarmente soggiornante non costituisce motivo per invocare il divieto di espulsione. Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 2685 del 12 febbraio 2004. Pres. Genghini, rel. Giuliani. Ric. Khalifa, res. Prefetto Ferrara. (2/2004) Il divieto di espulsione previsto dall'art. 19, secondo comma, lett. c.), D.Lgs. n. 286 del 1998, riguarda soltanto gli stranieri conviventi con parenti entro il quarto grado (o con il coniuge) di nazionalità italiana; pertanto esso non sussiste in caso di convivenza con parente (o coniuge) straniero, ancorché munito di regolare permes...
Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 2685 del 12 febbraio 2004

11/2/2004 - Italiana - Penale - Cassazione
Non è impugnabile il provvedimento con il quale il giudice penale concede il nulla osta all’espulsione amministrativa. Cass. Sez. I, sentenza n. 5551 dell’11 febbraio 2004. Pres. Fazzioli, est. Gironi. Ric. S. (fasc. 4/2004) È inoppugnabile il provvedimento con il quale l'autorità giudiziaria penale concede, ricorrendone i presupposti, il nulla-osta all'espulsione amministrativa dello straniero non sottoposto a custodia cautelare in carcere, a norma dell'art. 13, comma terzo, D. Lgs. n. 286 del 1998, come sostituito dall'art. 12, comma primo, della Legge n. 189 del 2002. Cass. Sez. I, s...
Cass. Sez. I, sentenza n. 5551 11 febbraio 2004

11/2/2004 - Italiana - Penale - Cassazione
La sussistenza di un divieto di espulsione non preclude al giudice penale il rilascio del nulla osta all’espulsione stessa. Cass. Sez. I, sentenza n. 5551 dell’11 febbraio 2004. Pres. Fazzioli, est. Gironi. Ric. S. (fasc. 4/2004) Il rilascio, da parte dell'autorita' giudiziaria penale, del nulla-osta all'espulsione amministrativa dello straniero, a norma dell'art. 13, comma terzo, D.Lgs. n. 286 del 1998, come sostituito dall'art. 12, comma primo, della Legge n. 189 del 2002, non e' precluso dalla circostanza che di fatto l'espulsione stessa sia vietata. (Nella specie, per effetto dell'art....
Cass. Sez. I, sentenza n. 5551 dell’11 febbraio 2004.

24/12/2003 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Non è manifestamente infondata la questione di illegittimità costituzionale dell'art. 19, comma 2, del 25 luglio 1998 n. 286 nella parte in cui non estende il divieto di espulsione allo straniero che, pur non in regola con le norme di soggiorno, abbia tutti i familiari regolarmente soggiornati in Italia e non abbia più alcun legame familiare, sociale, linguistico e culturale con il suo paese d'origine. Tribunale di sorveglianza di Sassari, ordinanza n. 409 del 24 dicembre 2003. Pres. Deiana, est. Cirielli (GU n. 20 del 19 maggio 2004) (3/2004) A scioglimento della riserva espressa all'udien...
Tribunale di sorveglianza di Sassari, ordinanza n. 409

20/8/2003 - Italiana - Civile - Cassazione
Affinché operi il divieto di espulsione previsto dall'art. 19, comma secondo, lettera c), del D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, a beneficio dello straniero convivente con il coniuge di nazionalita' italiana, deve accertarsi che non risulti intervenuta separazione di fatto fra gli stessi. Cass. Sez. 1, civile, sentenza n. 12227 del 20 agosto 2003. Pres. Genghini, rel. Giuliani. Ric. Min. interno, res. Adinew Ai fini del riconoscimento della sussistenza del divieto di espulsione amministrativa previsto dall'art. 19, comma secondo, lettera c), del D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286, a beneficio dello st...
Cass. Sez. 1, civile, sentenza n. 12227 del 20 agosto 2003